RSS

Archivi tag: Lorenzo Lotto Scuderie del Quirinale

Guardatemi, sono io… Lorenzo Lotto.

Lorenzo Lotto AutoritrattoFatto curioso quello che accade a Lorenzo Lotto. Le sue opere sono esposte a Roma, il suo talento è riconosciuto in tutto il mondo. Eppure in questi giorni LUI si trova alle Scuderie del Quirinale, ha viaggiato fin qui dal Canada, ma nessuno lo vede, nessuno lo riconosce. Fantastico un po’ su cosa possa pensare il Lotto in una situazione del genere…:”Sono invitato alla mia celebrazione come un ospite fantasma. Guardatemi, sono io, Lorenzo, uno sguardo che penetra lo spazio come una vite… oggi soltanto un quadro tra i miei quadri.” Ma com’è potuto succedere, e di cosa diavolo stiamo parlando?
Domenica scorsa mentre siamo al mercatino di Ascoli Piceno, Guerrino mi rivela che questo dipinto è senza dubbio l’autoritratto di Lorenzo Lotto. Inizio subito a riprenderlo con il mio smartphone. Gli chiedo di spiegarmi il percorso che lo ha portato a questa conclusione. La sua sicurezza arriva da lunghi anni di studio che gli hanno permesso, già nel 2008, di scoprire anche l’altro autoritratto nella pala di sant’Antonino (leggi l’articolo) e quindi di approfondire nei minimi dettagli la morfologia dell’artista fino a riprodurlo tridimensionalmente. Questo dipinto, scoperto soltanto negli anni novanta, appartiene alla National Gallery of Canada di Ottawa. Spesso è titolato come “Ritratto di uomo con cappello” e altre volte come “Ritratto di contadino o pastore”. E’ un olio su carta, un supporto alquanto fragile ed economico, che sottolinea la ristrettezza di mezzi in cui viveva il nostro autore e anche l’ipotesi che lo dipinse solo per se stesso. In questi giorni, a Roma, molti di voi ci passeranno davanti, lo ammireranno. Guardate la sua mano, è la sua firma. Guardatelo negli occhi, il suo sguardo non vi seguirà perchè troppo impegnato a guardare se stesso… nello specchio.

Ma prima che guardiate il filmato, una breve sintesi della teoria:

  •  La morfologia del viso è identica a quella del Lotto nella pala di Sant’Antonino: osso frontale e labbra molto sporgenti, naso lungo, capelli ricci e sopratutto la forma delle orecchie particolarissima, a fagiolo, ma un po’ a punta. Guardate il video del Morphing dove sovrapponiamo l’incisione del 1648 che ritrae Lotto e questo ritratto. Concentratevi sulla bocca e sul naso e vedrete che coincidono perfettamente.  
  • La mano destra, che ha realizzato il quadro, è coperta dal cappello proprio perchè essendo in movimento è impossibile rappresentarla. Il cappello, così come il resto del suo abbigliamento (la camicia, la giubba e il robone) è tipico dei viaggiatori. Lotto non ha mai avuto fissa dimora.
  • La mano sinistra invece firma il quadro. L’indice e il medio indicano il numero 2, mentre l’anulare ed il mignolo, sopratutto se osservati da vicino, hanno una posizione innaturale ed indicano la lettera ELLE. Quindi 2L, Lorenzo Lotto.
  • Lo sguardo: non sta guardando il pittore, fuori dal quadro, ma se stesso allo specchio.
  • Per saperne di più guardate lo schema realizzato da Paolo Mameli

Buona visione! Nicoletta Metri

A sinistra un'incisione del 1648 che ritrae il Lotto, tratta dal Ridolfi. La somiglianza c'è. A destra Guerrino Lovato. Foto di Marco Brazzola.


Morphing video realizzato da Paolo Mameli

Lorenzo Lotto. Sculture di Guerrino Lovato. Foto di Andrea Topi e Paolo Mameli


Approfondimenti:

  • Leggi l’articolo “Guardatelo è Lorenzo Lotto” pubblicato il 25 marzo 2011 su La Nuova Venezia, Il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso.
  • Leggi l’articolo ” A caccia di funghi tra calle e canali” dal Blog di Paolo Mameli
  • La mostra “Lorenzo Lotto” Scuderie del Quirinale – Roma
  • Sito web: “Lorenzo Lotto, l’artista, le opere, i luoghi”
 
2 commenti

Pubblicato da su 24/03/2011 in Lorenzo Lotto

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ma se l’aveva scoperto Guerrino!!! Funeste ombre sull’autoritratto di Lorenzo Lotto alle porte della grande mostra romana.

Il nostro Guerrino Lovato, già diversi anni fa, da un’attenta e devota osservazione della pala di sant’Antonino di Lorenzo Lotto, coglie alcune interessanti indicazioni che lo portano alla scoperta dell’autoritratto dello stesso Lotto. La tesi di Guerrino viene pubblicata su “Il Giornale di Vicenza” il primo agosto 2008 (leggi l’articolo) ed in seguito accreditata anche da illustri accademici, tra i quali Augusto Gentili, caro amico di Guerrino. Gentili cita la scoperta dell’autoritratto del Lotto in un articolo che pubblica su Arte Documento nel novembre 2008, scrivendo: “come già ha ricordato in un quotidiano cittadino, Guerrino Lovato, uno studioso libero che vede e capisce, la sua aguzza fisionomia corrisponde all’autoritratto” (leggi l’articolo). E fin qui tutto bene!
Peccato che leggendo il nuovo numero di ArteDossier – Marzo 2011 ci siamo accorti che a pag. 58 c’è un bellissimo articolo, sempre di Augusto Gentili, intitolato “L’autoritratto di Lorenzo Lotto nell’Elemosina di sant’Antonino. Povero ma non vergognoso”  in cui il nome di Guerrino NON VIENE MAI CITATO!!! (leggi l’articolo). E ci rattrista ancor di più che questo sia accaduto alle porte della mostra romana del grande Lorenzo Lotto, l’artista più amato da Guerrino! In questo post abbiamo inserito tutti gli articoli perchè possiate leggerli e farvi una vostra opinione del fatto, ma anche per regalarvi il piacere di addentrarvi nella meravigliosa opera del pittore veneziano.

Guerrino ci regala il santino che lo ritrae in adorazione davanti alla famosa pala. Amareggiato, si rivolge al suo amato Lotto, elencando una lista di pericoli dai quali implora protezione. (Scaricalo qui)

Si ringrazia Paolo Mameli per la realizzazione grafica del santino.

 
2 commenti

Pubblicato da su 13/03/2011 in Lorenzo Lotto

 

Tag: , , , , , , , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: