RSS

Pellizza da Volpedo

08 Feb

Pellizza da Volpedo dipinse questa veduta nell’occasione della Biennale del 1899, era ospite dal figlio di un suo amico scultore abruzzese di nome Bepi di Prinzio che si era stabilito nell’isola della Vignole anni prima. Il dipinto del più grande e sfortunato tra i pittori divisionisti italiano rappresenta proprio la casetta nell’isola inquadrata tra due campanili lontani di Venezia, quello di San Marco e quello di San Francesco della vigna. L’opera coglie le luci sfuocate della sera invernale con una luce più forte al centro che è la lampada a olio che indica il cammino senza perdersi tra gli orti e gli acquitrini salmastri dell’isola in parte coltivata a orti e vigne, come pure il nome la identifica: le Vignole. È qui che Pellizza comincia a elaborare il suo capolavoro, il Quarto stato perché la povertà degli isolani lo aveva colpito, nel contrasto con la ricca città mondana e festaiola che Venezia era. Il presente dipinto, successivo all’Effetto del sole all’alba indaga le rifrazioni della luce-colore nella rarefatta atmosfera serotina impregnata di umidità lagunare. Si racconta che il pittore si immergesse in una botte, come i cacciatori di folaghe, per cogliere da un preciso punto l’inquadratura esatta, e che dipingesse a gran velocità per catturare quell’esatto istante tra la penombra e la notte. Il dipinto concorre con la fotografia che all’epoca era una tecnica evoluta ma solo fino al bianco e nero! Ancora la pittura poteva vincere la sfida imitativa del visibile possedendo il colore. Centoventi anni dopo ci si è resi conto che il dipinto era una foto fatta col cellulare dall’anonimo fotografo che si firma con le iniziali e finali due lettere: G.L. Un arcinoto impostore impunito e impenitente e trafficante d’arte d’ogni risma ancora, ma per poco, a stivale libero!

IMG-20190128-WA0001

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 08/02/2019 in Video

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: